11.9 Concetti di Accelerazione

Il termine “accelerazione” è spesso usato in modo intercambiabile con”guida” e “transizione”. In particolare, tuttavia, l’accelerazione si riferisce al cambiamento di velocità dell’individuo nel tempo, ed è qualcosa di cui ci occupiamo dal momento in cui l’atleta lascia i blocchi o qualsiasi altra posizione iniziale. Quando acceleriamo il nostro obiettivo generale, consiste nel superare l’inerzia generata allo slancio. Ciò richiede l’appropriata applicazione della forza per alzare il centro di massa dell’atleta dalla posizione iniziale.

Come delineato precedentemente, quando parliamo di “fasi” allo sprint, è più prudente esaminare l’inizio e le successive fasi di accelerazione come unico concetto, piuttosto che elementi singoli. Cioè, piuttosto che giudicare solo l’efficacia della partenza in cui l’atleta arriva ad una determinata velocità è più saggio esaminare la sua efficacia in base a come l’effetto del modello di accelerazione abbia gravato positivamente o negativamente sull’intero scatto.

Come abbiamo esplorato in precedenza i KPI di accelerazione includono angoli di partenza, tempi di contatto, tempi di volo, lunghezza del passo, frequenza del passo, comunicazione/coordinazione degli arti, analisi dell’angolo articolare ecc. che si adattano in base all’atleta.

Indipendentemente dalla distanza percorsa nel corso di un’accelerazione, i principi generali per tutti gli atleti rimangono gli stessi. Quindi, appena un atleta parte, ad ogni passo dovremmo vedere:

• Gli angoli di attacco diminuire a ogni passo compiuto, con l’angolo del corpo dell’asse lungo che diventa più verticale di 4-6 gradi con ogni contatto col suolo.

•Velocità e frequenza di falcata e lunghezza del passo crescente in modo uniforme.

•Riduzione del tempo di contatto con il suolo e aumento del tempo di volo. Ciò avviene con un rapporto di 2: 1 all’inizio (tempo di messa a terra: tempo di volo), 1: 1 durante la “transizione”.

• Gli angoli degli arti cambiano in modo uniforme in coordinazione con le suddette variabili.

La velocità con cui un atleta è in grado di aumentare il proprio centro di massa e aumentare il ritmo (cadenza / frequenza) è determinata dalle loro capacità di accelerazione individuale, nonché dall’intensità con cui stanno accelerando nel corso della performance.


Per tornare alla tua Bacheca clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *