Fascia e alimentazione

Ho sempre trattato e affrontato l’argomento della “Fascia” da un punto di vista meccanico. Ho più volte ribadito quanto sia fondamentale che la fascia sia in una condizione di benessere. Questo vale se ti alleni, se sei un atleta agonista, se non ti alleni, se sei un bambino, se sei adulto o anziano: vale per chiunque voglia semplicemente muoversi e farlo senza fastidi, dolori o blocchi articolari.

Un tessuto connettivo in salute è il presupposto per il movimento e viceversa: se è vero che lo stato della fascia condiziona i movimenti, è altrettanto vero che, per mantenere questo tessuto in una condizione ottimale, diventa prioritario allenarsi e soprattutto farlo in maniera orientata e funzionale. Leggi l'articolo

Colpa del Covid?

Quando in passato si presentava una situazione che metteva in allerta e in tensione, la modalità di risposta era spontanea e naturale:

  • Se il predatore era più forte  fuga
  • Se il predatore era più debole  attacco

Purtroppo o per fortuna l’essere umano è andato avanti e le cose sono un po’ cambiate.

Spesso succede che le situazioni, percepite come pericolose e senza rimedi, mettono sì in allerta e tensione, ma, durando troppo a lungo, generano uno stress perenne.

Non dipende dalle situazioni, da ciò che ti succede intorno, ma da come scegli di viverlo e da come scegli di gestirlo. Leggi l'articolo