3. La Tensegrità del Benessere

Dal capitolo che ha trattato la fisiologia applicata è emerso quanto sia importante e necessario sviluppare una buona conoscenza della costruzione e della funzione del corpo umano. In particolare, l’obiettivo di questo capitolo è quello di fornire informazioni valide e di base al fine di sviluppare una buona capacità di osservazione e comprensione del movimento umano. Per ogni tecnico AFI e, quindi, per ogni specialista del movimento diviene fondamentale riuscire ad individuare i compensi e il motivo per cui essi sono presenti.
Solo così si diventa capaci di indirizzare le persone verso il percorso a loro più adatto e utile alla risoluzione dei problemi e/o compensi.
Riuscire a costruire una conoscenza di base di anatomia e kinesiologia sarà motivo di forza per ogni specialista: i vantaggi sono da riscontrare nell’immediato già nella comunicazione con il resto del team, con preparatori atletici, allenatori, con gli stessi atleti.
Per anatomia si intende lo studio della struttura del corpo umano, mentre per kinesiologia si intende una branca della biologia che si occupa di meccanica fisiologica, biomeccanica, anatomica e psicologica dei movimenti. La prima indica per lo più le strutture coinvolte in un dato movimento o processo biologico, l’orientamento di queste all’interno del corpo adottato per eseguire i compiti per i quali sono state progettate; la seconda, invece, esplora diverse discipline di studio e le combina in punti d’azione e comprensione utilizzabili.
In termini di contenuto nessun libro potrebbe mai contenere tutte le info di queste due discipline. Per questo motivo diviene importante fare pratica, osservare e chiedersi sempre di più. Discussioni formative, domande ad esperti, ricerche e continua sete di conoscenza saranno le giuste indicazioni per esplorare al meglio questa grande e fitta mappa che è il corpo.


Per tornare alla tua Bacheca clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *