Colpa del Covid?

Quando in passato si presentava una situazione che metteva in allerta e in tensione, la modalità di risposta era spontanea e naturale:

  • Se il predatore era più forte  fuga
  • Se il predatore era più debole  attacco

Purtroppo o per fortuna l’essere umano è andato avanti e le cose sono un po’ cambiate.

Spesso succede che le situazioni, percepite come pericolose e senza rimedi, mettono sì in allerta e tensione, ma, durando troppo a lungo, generano uno stress perenne.

Non dipende dalle situazioni, da ciò che ti succede intorno, ma da come scegli di viverlo e da come scegli di gestirlo. Leggi l'articolo

Il functional training aumenta la massa muscolare?

Cos’è il Functional Training?

Cosa vuol dire Ipertrofia?

Ma soprattutto possono coesistere?

Più di una volta ho trattato nei miei articoli questi due argomenti, ma probabilmente mai come ho deciso di fare oggi.

Spesso si crede che il Functional Training sia un insieme di esercizi a corpo libero, sistemati a caso in circuito.

È ovvio che se intendiamo per Functional Training questo, allora non penso si possa ottenere ipertrofia da allenamenti così strutturati.

Ma il Functional Training è ben altro. In un articolo tempo fa ho detto: “qualità non quantità” Leggi l'articolo

Come risolvere i problemi al ginocchio

-IO NON POSSO FARE SQUAT HO DOLORI AL GINOCCHIO-

Sfatiamo il mito che lo squat faccia male alle ginocchia.

Tutt’altro: uno squat eseguito in maniera corretta rafforza i muscoli delle cosce e delle anche. In questo modo non farai altro che proteggerti da eventuali disfunzioni o dolori.

Se provi a fare uno squat avverti dolore? No problem. Inizia con un lavoro monolaterale, ma inizia a capire perché avverti dolore e risali alla causa.

Sicuramente per un neofita dell’allenamento lo split squat diventa fondamentale. Lo aiuterà a rafforzare le gambe e il core, a lavorare sul movimento e sulla sua flessibilità, necessari per passare poi a tempo debito ad uno squat completo. Leggi l'articolo

Più forza per tutti

Quanti dopo il rientro dal lockdown ancora non hanno ritrovato la forma fisica ideale?

Quanti, nell’incertezza della ripresa dei campionati, si sono adagiati?

Ma quanti, invece, hanno approfittato di tutta questa situazione per dedicarsi ai propri punti deboli?

Ognuno ha reagito a proprio modo e questo è sicuro, ma, se sei un atleta o segui degli atleti, quello che puoi fare adesso è senza dubbio dedicarti all’allenamento.

Voglio farti una domanda:

Esiste una qualsiasi situazione di vita quotidiana o sport specifico in cui non serva forza? Leggi l'articolo

Il Body Building NON è uno sport!

Quante volte hai sentito o magari detto questa frase?

Se penso alla “moda e ossessione da palco” e soprattutto alle scelte malsane che alcuni “atleti” prendono pur di arrivare ad una condizione accettabile per il contest ammetto che non stiamo parlando di sport ma di puro egocentrismo e suicidio.

Ma, considerando che “Sport” sta per un’attività che permetta di creare aggregazione e divertimento il Bodybuilding, sia in palestra che sul palco, è a tutti gli effetti uno sport; se poi è fatto da persone che, oltre ad una cura maniacale della propria alimentazione, curano dettagliatamente il proprio allenamento stiamo parlando di un livello ancor più alto. Leggi l'articolo

FAI DA TE: In palestra meglio evitarlo

Quando hai iniziato ad allenarti lo hai fatto per 2 motivi:

  1. Stare bene con l’obiettivo di azzerare i dolori e l’affanno dopo una rampa di scale
  2. Poter ottenere un fisico che ti renda orgoglioso.

Questi 2 obiettivi sono assolutamente realizzabili, qualsiasi sia la tua condizione di partenza stai tranquillo perché puoi risolvere qualsiasi dolore, fastidio o problema di peso/estetica.

C’è solo un modo per non riuscire nel tuo scopo: iniziare un percorso “fai da te”

Se cerci su google ci sono tantissimi articoli/video/linee guida di come potersi allenare e costruire una dieta in autonomia, puoi addirittura trovare schede di allenamento di 12 o 16 settimane! Leggi l'articolo

Cortisolo: Tutto quello che devi sapere

Allenare qualcuno non significa solo scrivere una scheda che gli permetta di raggiungere un risultato estetico accettabile al giudizio della spiaggia.

Se hai frequentato almeno uno dei nostri corsi di formazione sai benissimo che Allenamento Funzionale Italia è sinonimo di benessere e quello che passiamo durante i nostri percorsi formativi è proprio il creare uno status di equilibrio ottimale nel cliente facendogli raggiungere condizioni di benessere estremo.

Mi rendo conto, però, che questo non sia semplicissimo…. ma sai, curare il dettaglio soprattutto in un mondo come questo dove tra una pagina Instagram e Linkedin sbocciano Personal Trainer manco fossero funghi, è troppo importante. Leggi l'articolo

Coronavirus: Sei un Trainer? Ecco a te come allenare i tuoi allievi alla fine della pandemia

A causa della chiusura di tutte le palestre, per ridurre i rischi di contagio da Coronavirus, numerosi trainer si trovano in una situazione veramente difficile.

Se analizzi quanto tempo sarai costretto a stare fermo è evidente come la perdita di risultati (economica e prestativi) oscilla tra il 40 e il 50%.
Dopo il rinvio delle Olimpiadi e degli Europei di calcio è arrivata anche l’ufficialità dello stop definitivo di tutti i campionati italiani di Basket, Pallavolo e di tutti i settori calcistici giovanili, ma la realtà è che tutte le attività sportive rischiano di subire una battuta d’arresto. Leggi l'articolo

Crescita Muscolare e Functional Training: Pettorali

Ecco cosa far crescere i tuoi pettorali ed arrivare ad alti livelli!

“Claudio ma io non riesco a fare crescere i miei pettorali”

“Quali esercizi devo fare per i pettorali?

Vanno bene 4 esercizi o sono troppo pochi?”

Inutile nasconderci, tutti andiamo in palestra anche perché vogliamo vedere un miglioramento estetico.. magari hai iniziato ad allenarti per benessere ma anche tu, quando hai iniziato a vedere i primi risultati, hai pensato “wow”!

C’è solo un “problema” in questo entusiasmo: potresti iniziare a chiederti troppo.

Occhio, non sto dicendo che devi diminuire il tuo impegno e le ammazzare le tue aspettative ma semplicemente invitando ad aver pazienza e soprattutto a non strafare

L’errore comune che viene commesso da chi inizia ad allenarsi (e dai coach da 4 soldi che non sanno quando dire stop) è quello di stare ore ed ore in palestra cercando di pompare sempre di più il muscolo.

Di questo passo non solo ti farai male perché lo stress da allenamento è troppo alto ma non otterrai nulla dato il volume troppo alto.. “eh ma io ho notato miglioramenti” – sicuramente, ma nel giro di 6/8 mesi o si stabilizzeranno o, addirittura, regrediranno. Ci vuole pazienza e qualcuno di esperto che sappia leggere il momento giusto per “attaccare in tempo”

Allora cosa posso fare? Leggi l'articolo